IL VIOLONCELLO SVELATO

  • Sala Casella
  • da venerdì 04 Marzo 2022
  • a venerdì 25 Marzo 2022
  • ore 19.30

venerdì 4 marzo ore 19.30

I CONCERTO 
Giorgio Lucchini violoncello
Riccardo Bisatti pianoforte

Francis Poulenc
Sonata per violoncello e pianoforte FP 143 (1940-48)

Guido Alberto Fano
Sonata in re minore per pianoforte e violoncello op.7 (1898)
 
 
 
 
 
venerdì 11 marzo ore 19.30
II CONCERTO 
 
DUO DAVID
Francesco Angelico violoncello
Giulia Russo pianoforte
 
Claude Debussy
Sonata n.1 in re minore per violoncello e pianoforte L135 (1915)
 
Sergej Prokof'ev
Sonata in do maggiore per violoncello e pianoforte op.119 (1949)
 
Mario Pilati
Sonata in re maggiore per violoncello e pianoforte (1922)
 
 
 
 
 
venerdì 18 marzo ore 19.30
III CONCERTO 
Enrico Mignani violoncello
Mari Fujino pianoforte
 
Ludwig van Beethoven 
Sonata n.4 in do maggiore per violoncello e pianoforte op.102 n.1 (1815)
 
Dante D'Ambrosi
Allegro per violoncello e pianoforte (1936)
 
Giacomo Orefice
Sonata in fa maggiore per violoncello e pianoforte (1913)
 
 
 
 
 
venerdì 25 marzo ore 19.30
IV CONCERTO
Tommaso Castellano violoncello
David Mancini pianoforte
 
 
Felix Mendelssohn-Bartholdy
Variations concertantes per violoncello e pianoforte op.17 (1829)
 
Giorgio Federico Ghedini 
Elegia per violoncello e pianoforte (1923)
 
Lorenzo Perosi
Elegia per violoncello e pianoforte (1902)
 
Francesco Cilea
Sonata in re maggiore per violoncello e pianoforte op.38 (1888)

 
 
 

L’Accademia Filarmonica Romana apre un nuovo ciclo di appuntamenti, nei quattro venerdì del mese di marzo, dedicati al repertorio italiano per violoncello e pianoforte meno noto e di più raro ascolto.

“L’idea – come racconta Enrico Dindo, neo direttore artistico dell’Accademia Filarmonica Romana e noto violoncellista – nasce dal desiderio di riscoprire una parte di repertorio del mio adorato violoncello, rimasta nascosta, segreta, dimenticata per molto tempo e che io penso invece meriti di essere riscoperta, appunto ‘svelata’”.

Per Il violoncello svelato – questo il titolo della rassegna – saranno presentati alcuni autori italiani del periodo che va tra la fine dell’Ottocento e gli anni Trenta del Novecento. Giacomo Orefice, Dante D’Ambrosi, Mario Pilati sono solo alcuni nomi di compositori che hanno scritto pagine importanti per violoncello e pianoforte e che sono stati inseriti nei programmi dei quattro concerti, accanto ad autori più conosciuti, che fanno parte del repertorio tradizionale.

“L’intento – prosegue Dindo – è quello di dimostrare che la qualità non sempre è collegata alla popolarità di un nome e che invece se si ascolta con spirito libero e con un incondizionato senso critico, potremmo essere straordinariamente sorpresi”.

Per dare vita al progetto, la Filarmonica si affida a quattro giovani violoncellisti di grande talento e di brillante personalità – Giorgio Lucchini, Francesco Angelico, Enrico Mignani, Tommaso Castellano –, per dare loro un segnale forte di quanto importante sia la libera ricerca e l’approfondimento del repertorio.

 

In collaborazione con Radio 3 Rai

Conduzione a cura di Andrea Penna

 

l concerti si inseriscono nella rassegna “La musica da camera dal barocco al contemporaneo” sostenuta dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2022 sullo Spettacolo dal Vivo.

 

GREEN PASS RAFFORZATO OBBLIGATORIO

 

Dal 6 dicembre per accedere ai concerti è necessaria la certificazione verde ottenuta a seguito della somministrazione completa del ciclo vaccinale o dell'avvenuta guarigione da Covid-19 (Decreto Legge del 26.11.2021 n. 172).

Coloro che non fossero in possesso di certificazione verde Covid-19 non avranno il rimborso del biglietto.

L'accesso in sala per la visione degli spettacoli è consentito esclusivamente con mascherina Ffp2 come da Decreto legge del 24 dicembre 2021 entrato in vigore il 25 dicembre 2021