FANNY GENIO INVISIBILE

  • Sala Casella
  • mercoledì 24 Novembre 2021
  • ore 19.30

Eleonora Negri musicologa
Anastasia Boldyreva mezzosoprano
Federica Bortoluzzi pianoforte
 
Lieder per pianoforte
Lied op. 8 n. 3
Larghetto
Lied in mi bemolle maggiore H. 456
Andante espressivo - Più allegro
Lied op. 8 n. 2
Andante con espressione
Lied op. 8 n. 1
Allegro moderato
Lied op. 8 n. 4
Wanderlied. Presto
Lied op. 6 n. 3
Andante cantabile
 
Lieder per voce e pianoforte
Die Mainacht op. posth. 9 n. 6
Italien op. 8 n. 2
Nachtwanderer op. 7 n. 1
Fruhling op. 7 n. 3
Schwanenlied op. 1 n. 1
Suleika
letture tratte da
Gli anniversari musicali del 1997, a cura di Potito Pedarra e Piero Santi (Milano, Centro Culturale Rosetum, 1997)
Sebastian Hensel, Die Familie Mendelssohn 1729-1847: Nach briefen und tagebüchern (Berlin, B. Behr, 1879)
 
In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne
 
 

Fanny Mendelssohn (Amburgo, 1805 - Berlino, 1847) si formò in una delle famiglie appartenenti al più elevato ambiente culturale e sociale nell’Europa dell’Ottocento: suo nonno, il filosofo Moses Mendelssohn, fu uno dei principali teorici della tolleranza e favorì il processo di emancipazione degli ebrei, che, nella Germania del XVIII e XIX secolo, poterono assurgere al pieno riconoscimento delle loro qualità intellettuali e professionali ed essere accettati nel Gotha della migliore società. In questa famiglia ‘illuminata’, dove l’educazione e l’istruzione di Fanny fu eccellente e pari a quella di suo fratello Felix, si consumò una vicenda terribile, per la violenza psicologica e sociale subita da questa straordinaria compositrice, direttrice d’orchestra, pianista e organizzatrice culturale.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (25 novembre), la musicologa Eleonora Negri, attraverso le lettere e i diari di Fanny Mendelssohn e dei suoi intimi, ripercorrerà il sacrificio di una delle artiste più dotate di possibilità economiche e culturali nella Berlino del primo Ottocento: una storia esemplare, che ci parla dell’ingiustizia di genere subita da una grande compositrice, alla quale venne proibito, in quanto donna, di avere un’attività pubblica e riconosciuta al di fuori dell’ambiente domestico. La geniale creatività di Fanny sarà resa evidente dall’ascolto di alcuni dei suoi capolavori musicali, come alcuni Lieder di squisita poesia, spesso superiori a quelli del suo celebre e acclamato fratello.

 

ACQUISTA QUI

 L'accesso agli spettacoli per la Stagione 2021/2022 è consentito esclusivamente ai soggetti muniti delle certificazioni verdi COVID-19 ai sensi del D.L. 105/2021, c.d. Green Pass. Info complete a questo link. In sala è obbligatorio indossare la mascherina chirurgica o superiore (FFP2) per tutta la durata del concerto. 
Altro in questa categoria: « CONTEMPORANEA MARCO ARCIERI »