GABRIELE CARCANO Max Sticca

GABRIELE CARCANO

  • Teatro Argentina
  • giovedì 17 Febbraio 2022
  • ore 21

Johann Sebastian BACH
Suite francese n. 5 BWV 816
 
Maurice RAVEL
Valses nobles et sentimentales
 
SCHUBERT/LISZT
Auf dem Wasser zu singen 
Der Muller und der Bach
Gretchen am Spinnrade
 
Fryderyk CHOPIN
Mazurke op. 41 n. 4, op. 59 n. 2
Polonaise-Fantaisie op. 61
 

 

Torinese, classe 1985, Gabriele Carcano è tra i pianisti italiani più affermati della sua generazione, vincitore di numerosi premi, con una carriera internazionale che spazia dal recital a concerti con orchestra e alla musica da camera. Dopo la vittoria nel 2004 del Premio Casella al Concorso “Premio Venezia”, debutta al Teatro La Fenice e al Regio di Torino. Da allora la sua carriera l'ha portato ad esibirsi in sale e stagioni quali la Tonhalle di Zurigo, la Salle Pleyel di Parigi, Herkulessaal di Monaco, Musashino Hall di Tokyo, Konzerthaus di Berlino, Jerusalem Theatre, Società del Quartetto di Milano, International Piano Festival al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, Carnegie Hall di New York, Accademia di Santa Cecilia di Roma, Festival Radio France - Montpellier, Lac di Lugano e tanti altri.
 
Nel gennaio 2010 è proclamato vincitore del Borletti Buitoni Trust Fellowship, riconoscimento prestigioso che lo inserisce tra i migliori giovani talenti della scena musicale internazionale, ottenendo un immediato invito da parte di Mitsuko Uchida al festival di Marlboro, a cui ha poi partecipato per quattro edizioni. Oltre ad essere un eccellente camerista, ha suonato con orchestre quali Orchestre National de Montpellier, Orchestra da Camera di Mantova, Staatskapelle Weimar, Orchestra Verdi, Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra di Padova e del Veneto, Petruzzelli di Bari. Alla carriera concertistica affianca quella dell’insegnamento, essendo dal 2015 docente all’Accademia di Musica di Pinerolo.
Ospite alla Filarmonica l’ultima volta nell’ottobre 2017 per l’apertura del ciclo “Beethovenklavier” in Sala Casella, Carcano torna a suonare per l’istituzione che gli affida questa volta il palco del Teatro Argentina per un recital che attraversa due secoli di storia della musica. Il concerto si apre con la Suite francese n. 5 di Bach, passa per repertorio romantico di Chopin e Schubert/Liszt e arriva fino al primo Novecento impressionista di Maurice Ravel di cui si ascolteranno i raffinati Valses nobles et sentimentales.
 
ll concerto si inserisce nella rassegna “La musica da camera dal barocco al contemporaneo” sostenuta dalla Regione Lazio con il Fondo Unico 2022 sullo Spettacolo dal Vivo
 
 
 

GREEN PASS RAFFORZATO OBBLIGATORIO

Dal 6 dicembre per accedere ai concerti è necessaria la certificazione verde ottenuta a seguito della somministrazione completa del ciclo vaccinale o dell'avvenuta guarigione da Covid-19 (Decreto Legge del 26.11.2021 n. 172).

Coloro che non fossero in possesso di certificazione verde Covid-19 non avranno il rimborso del biglietto.

L'accesso in sala per la visione degli spettacoli è consentito esclusivamente con mascherina Ffp2 come da Decreto legge del 24 dicembre 2021 entrato in vigore il 25 dicembre 2021