ASSOLI V EDIZIONE

  • SALA CASELLA
  • da venerdì 24 Gennaio 2020
  • a venerdì 27 Marzo 2020
 
INAUGURAZIONE V EDIZIONE
venerdì 24 gennaio 2020
Erik Bertsch pianoforte
 
venerdì 7 febbraio 2020
con Giuseppe Mennuti chitarra classica
e Francesco Palmieri chitarra elettrica ed elettronica
 
venerdì 6 marzo 2020
con Domiziana Del Mastro, Luca Caliciotti e Luca Giacobbe percussioni
 
venerdì 27 marzo 2020
con Andrea Biagini flauti
e Luigi Sini chitarra

 

Il ciclo che l’Accademia Filarmonica Romana dedica alla produzione musicale contemporanea giunge alla quinta edizione, e si apre quest’anno con un omaggio a Marco Stroppa, uno dei più importanti compositori di oggi, nella cui attività confluiscono i risultati di una ininterrotta collaborazione con l’Ircam di Parigi, gli interessi etnomusicologici e la vastità di una preparazione scientifica ed umanistica aperta a tutte le sollecitazioni culturali.

Protagonista del primo concerto è la scrittura pianistica, con cinque composizioni tratte dal Primo Libro delle Miniature Estrose, brevi brani che segnano, a partire dal 1991, il ritorno di Marco Stroppa allo strumento acustico da solo, dopo un lungo viaggio a contatto con l’elettronica. Al pianoforte il poliedrico Erik Bertsch, che alterna alle pagine di Stroppa alcune aforistiche esplorazioni della tastiera dai celebri Játékok di György Kurtág.

I due successivi appuntamenti presentano un’ampia panoramica internazionale di composizioni recenti con un focus strumentale sulla chitarra, esplorata attraverso lavori per chitarra acustica ed elettrica.

Similmente la seconda coppia di concerti è dedicata alle percussioni, ed alterna brani destinati agli strumenti a suono determinato con lavori pensati per percussioni a suono indeterminato.

Il finale del ciclo presenta numerosi brani per il duo flauto-chitarra, omaggiando tra l’altro due compleanni importanti: saranno proprio i festeggiati Luis De Pablo e Marcello Panni a regalare ad Assoli due nuove composizioni in prima assoluta, cui si unisce il dono musicale di Lucio Gregoretti.

Il desiderio di condivisione della nuova musica porta solitamente alla Sala Casella un vivace gruppo di affezionati ascoltatori, insieme ai quali saremo lieti di poter accogliere tanti nuovi amici, per incrementare l’indispensabile contatto tra l’invenzione musicale, la sua restituzione attraverso gli interpreti e l’ascolto partecipe di un pubblico curioso ed eterogeneo.

Buon ascolto!

  

Andrea Lucchesini