Tra Padova e Venezia: Vallotti ed i suoi contemporanei

  • SALA CASELLA
  • giovedì 26 Ottobre 2017
  • ore 20.30

A. VIVALDI
"Il Coro delle Muse” Sinfonia per archi in sol Maggiore RV 149.
 
F.A VALLOTTI
due Antifone per soprano, archi e continuo: 
"Alma Redemptoris Mater” in Sol maggiore (Padova 1740) 
"Alma Redemptoris Mater” in Sib maggiore (Padova 1740)
 
A. MARCELLO
Concerto in re minore per flauto soprano, archi e continuo
 
F.A VALLOTTI
due Antifone per soprano, archi e continuo
"Salve Regina" in Si bemolle maggiore (1730)
"Ave Regina Caelorum" in Re maggiore (1744)
 
 
Ensemble “FESTA RUSTICA" & "ITALICO SPLENDORE”
Giorgia Cinciripi - soprano
Giorgio Matteoli - flauto dolce e direzione
 
Claudio Andriani**, Gabriele Politi*, Giuseppe Marcucci, Alberto Caponi, Giancarlo Ceccacci, Maria Vittoria Carosi violini
 
Marco Palmigiani*, Emanuele Marcante, Daniele Sabiu viole
 
Alessandro Andriani*, Giuseppe Mulè violoncelli
 
Giampaolo Agus contrabbasso
 
Mario Sollazzo organo

Fabiano Merlante tiorba
 
**primo violino, *prime parti
 

Rievocare a trecentoventi anni dalla nascita le composizioni di Francesco Antonio Vallotti (1697 -1780) significa far rivivere oggi un capitolo di storia della Musica rimasto ancora inesplorato, togliendo quel velo di silenzio che per troppo tempo ha reso la sua produzione musicale priva di fama e sconosciuta anche agli addetti ai lavori. Il Vallotti fu infatti fecondissimo compositore di musica sacra destinata al culto liturgico nella Basilica del Santo di Padova, di cui fu lungamente Maestro di Cappella, e la sua musica suscitò interesse, ammirazione ed entusiasmo, da parte dei suoi contemporanei ed anche oltre. Tutto questo fino all’ingiusto oblio cui la musica del frate francescano fu relegata (perché erroneamente etichettata come “barocca”, ridondante e superficiale) dalla famigerata ed ottusa Riforma Ceciliana di fine ‘800. 

Iniziato ben nove anni fa con la pubblicazione integrale del disco delle bellissime "Nove Lezioni per gli Uffici delle Tenebre” (per soli, violoncello obbligato, archi e continuo) realizzato in esclusiva per la Rivista Amadeus (Doppio Cd Amadeus “Elite"), il “Progetto Vallotti, che vede ora la straordinaria collaborazione di due prestigiosi ensemble filologici italiani, si pone il nuovo obiettivo di far rivivere alcune composizioni di Vallotti rivolte alla figura della Beata Vergine Maria.

Nello specifico il percorso tematico-musicale di questa sera sarà dedicato alle Antifone Mariane scritte per Soprano solo e archi. Le preghiere note come Salve ReginaAlma Redemptoris MaterAve Regina Caelorum e Regina Caeli costituiscono le antifone mariane ossia quelle antifone libere (preghiere messe in musica senza salmo associato a differenza delle antifone salmodiche) che la Chiesa Cattolica dedica a Maria. 

Durante gli anni in cui fu Maestro di Cappella a Padova il nostro dedicò numerose pagine ai testi delle antifone mariane per le quali ha attribuito principalmente alla voce del Soprano il ruolo solista accompagnato dagli strumenti ad arco. 

 

ACQUISTA ORA

 
INFO:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 06 3201752